A Sant’Antioco nasce il “Polo coordinato per la lotta al randagismo”

17 Maggio 2019

Un punto di riferimento per tutte le attività legate agli animali d’affezione. Nasce a Sant’Antioco il “Polo coordinato per la lotta al randagismo” che, negli obiettivi dell’Amministrazione comunale, dovrà fornire informazioni e supporto ai cittadini, collaborazione con la ATS per sterilizzazione, anagrafatura e soccorso ad animali feriti o malati, attività legate al recupero di cani o gatti abbandonati e relativo tentativo di adozione, attività di vigilanza zoofila per il contrasto al maltrattamento, ai comportamenti contrari alla normativa sul possesso e alla conduzione degli animali e al controllo sulla loro custodia nelle strutture convenzionate. Ieri è stata firmata la convenzione con le quattro associazioni coinvolte: “Qua la zampa”, “Argez”, “L’amico Fedele” e “Nogra”. «Con questo provvedimento – spiega il sindaco Ignazio Locci – intensifichiamo la lotta al randagismo, facendo quadrato tra i diversi gruppi di volontariato che, con impagabile impegno, si prodigano per dare sostegno e assistenza a cani e gatti randagi. “patto” garantirà anche maggiori controlli nel Lungomare cittadino, zona particolarmente frequentata da chi porta i cani a passeggio». Soprattutto perché possedere un cane e portarlo in giro impone al padrone il rispetto di una serie di regole, la cui mancata osservanza corrisponde a una relativa sanzione.

La sede in cui nascerà il polo coordinato è in via Rinascita (dove già opera l’associazione Argez), nella quale vengono effettuate le operazioni di microchippatura in collaborazione con l’ATS. Ogni associazione disporrà di un proprio calendario di apertura al pubblico in modo da fornire un servizio costante e capillare (nei prossimi giorni verranno resi noti gli orari). «Per consentire l’avvio delle attività alle associazioni – prosegue il sindaco – si è ritenuto opportuno concedere loro un contributo iniziale. Ma non solo: prevediamo di fornire ulteriore sostegno per il prosieguo dell’attività, in relazione ai risultati prodotti dal Polo Coordinato».