Videosorveglianza e sicurezza, si parte con la Fase 2: in arrivo 35 nuove telecamere, di cui 7 per lettura targhe automobili

12 Ottobre 2020

Sono iniziati nei giorni scorsi i lavori propedeutici al posizionamento di nuove telecamere di videosorveglianza in città: nel complesso, con un investimento di 160 mila euro, verranno installati 35 impianti, in altrettanti punti strategici, di cui 7 per la lettura delle targhe delle automobili. Il progetto rientra nell’ambito del “Patto per l’attuazione della sicurezza urbana”, sottoscritto con la Prefettura. Il programma è ampio e articolato e questa “Fase 2” consta di due lotti: con il primo, le cui opere sono appunto in corso, si prevede il posizionamento di apparecchi “classici” in zone sensibili totalmente “scoperte” (come il cimitero e la necropoli, per citare due esempi), cui si aggiungono quelle che consentiranno un maggiore controllo utilizzando la tecnologia della lettura targhe automobili, principalmente negli ingressi (e non solo) di Sant’Antioco.

«Portiamo avanti un programma di sicurezza che consentirà di rafforzare le azioni di prevenzione e di contrasto delle forme di illegalità – commenta il Sindaco Ignazio Locci –  in questa “Fase 2” faremo un bel salto in avanti verso la realizzazione di un sistema omogeneo e completo di videosorveglianza in grado mappare tutto il centro urbano, a partire dalle scuole, cui abbiamo dato priorità, fino alle aree verdi attrezzate, le principali piazze e gli spazi di aggregazione, senza tralasciare gli affacci sulla laguna e le vie di accesso al centro urbano».