Rifiu-Thlon, caccia al rifiuto a premi ed educazione ambientale: si è svolta oggi la seconda edizione

19 Agosto 2019

Si è svolta questa mattina la seconda edizione di “Rifiu-Thlon, caccia al rifiuto a premi”, iniziativa di educazione ambientale organizzata dall’AICS Commissione Nazionale Ambiente (coordinata da Andrea Nesi) in collaborazione con il Comune di Sant’Antioco e inserita nell’ambito delle manifestazioni rientranti nel programma Bandiera Blu a Maladroxia. La prima manifestazione si era tenuta il 6 luglio scorso, nel litorale di Sa Barra, mentre oggi i giovani “amici dell’ambiente” si sono radunati nel Lungomare Cristoforo Colombo, dove armati di pettorine, sacchi e guanti hanno provveduto al recupero dei rifiuti abbandonati dai soliti incivili.  

A conclusione della mattinata, il responsabile di AICS Andrea Nesi e il Sindaco di Sant’Antioco Ignazio Locci hanno consegnato i premi ai partecipanti. Perché la manifestazione, allo scopo di invogliare i più giovani, prevede la “caccia” a determinati rifiuti speciali piazzati nelle aree dagli stessi organizzatori. A ciascun rifiuto “speciale” corrisponde un premio, in questo caso ecocompatibile: ovvero prodotti per l’igiene domestica rispettosi dell’ambiente.

In totale, la pulizia del Lungomare (lato mare e lato parco giardino) ha prodotto svariati sacchetti di indifferenziato, tra cartacce, cicche di sigaretta, bottiglie, lattine, eccetera. «Con il Comune di Sant’Antioco – spiega Andrea Nesi – abbiamo affondato il coltello nel burro, perché c’è una grande sensibilità da parte di questa Amministrazione verso le tematiche ambientali. Vogliamo portare avanti questo progetto e per l’anno prossimo prevediamo di organizzare iniziative analoghe, magari puntando sulla salvaguardia del mare, con la caccia di rifiuti sia galleggianti, sia presenti nei fondali».

«Ringraziamo l’AICS per l’opportunità che ci ha dato, consentendoci di confrontarci con la nostra sensibilità – commenta il sindaco Ignazio Locci – e ringrazio i giovani e meno giovani che hanno aderito all’iniziativa: la questione ambientale  riguarda tutti e deve coinvolgere tutti, anche con queste iniziative di raccolta di piccoli rifluiti. È importante sensibilizzare verso i comportamenti ecocompatibili, che hanno a che fare con la nostra vita e con il nostro futuro».

Area tematica: